Chi siamo

Senza pretese, ma con molte aspettative. Questo sito nasce così, dalla passione che ti fa credere di fare una cosa importante, ma senza l'ambizione di suscitare il polverone che cambierà il mondo. Mangiare è una cosa bella; bere altrettanto. Se mangi e bevi bene è ancora meglio. Però, l'idea di fondo di “diterraedimare” è un'altra....

Scrivi alla redazione

Abbiamo bisogno delle vostre idee. Per richieste, suggerimenti, proposte, contattateci.

Ultimi commenti

Carlo Varchetta

Complimenti per l'editoriale da L'alimentazione oggi

Carlo Varchetta

Ottimo cocktail e ottimo articolo! da Un Mojito come si deve

I più visti

"Quannu zappi e quannu puti non c'è nè cumpari nè niputi . Quannu è tempu i Vinnignari tutti niputi e tutti cumpari! "

Quando è tempo di zappare e di potare non c'è né nipote né compare. Quando è tempo di vendemmia...tutti nipoti e tutti compari.

"Pa Cannilora di l'invernu semu fora, ma si non nivica e non 'ntrona quaranta jorna di 'nvernu ancora"

Per la Candelora dall'inverno siamo fuori ma se non nevica e non tuona ci sono quaranta giorni di inverno ancora

La festa dell’alloro a Naso: un antico rito che non deve scomparire

Anche quest’anno, come ogni anno, si è rinnovato il rito della festa dell’alloro seppur in graduale diminuzione d’affluenza. Per le sue particolari caratteristiche (ritroviamo questa festività in alcune parti orientali della Sicilia e in particolare sui Nebrodi) è un patrimonio, un’identità che non va perduta.
Pubblicato il 06/04/2016

"La Bolgia delle Eretiche" in prima nazionale a Messina

Naxoslegge, il noto marchio dell’Associazione culturale “Le officine di Hermes” dei Giardini Naxos, presenterà oggi 4 febbraio, alle ore 17.30, in prima nazionale, alla Feltrinelli di Messina, l’ultimo grande lavoro di Marinella Fiume: “La Bolgia delle Eretiche”.

Leggenda della Madonna del Tindari e la nascita dei Laghetti di Marinello

Una striscia di sabbia, in mezzo al mare che racchiude miracoli e leggende.
Pubblicato il 08/09/2015

Fior di mela al rosmarino e caramello salato

Per tutti gli amanti delle mele e degli abbinamenti insoliti e creativi, proponiamo la ricetta della foodblogger Miria Onesta - http://www.dueamicheincucina.ifood.it

Fior di mela al rosmarino e caramello salato

Dosi per 3 persone
Preparazione 90 min
Cottura 30 min

INGREDIENTI

Per la frolla al mais
  • 100 grammi di farina 00
  • 100 g di amido di mais
  • 65 g di amido di farina di mais fioretto
  • 100 g di burro
  • 80 g di zucchero
  • 1 uovo
  • Un pizzico di sale

Per il ripieno

  • 250 g di mele Golden Delicius
  • Un rametto di rosmarino
  • 75 g di zucchero
  • 15 g di acqua

Per decorare:

  • Zucchero
  • Un pizzico di sale
  • Fiori di rosmarino



1.
Per prima cosa preparare la frolla. Su una spianatoia fare la fontana con le farine e un pizzico di sale, unire al centro le uova e il burro, impastare velocemente, avvolgere nella pellicola e tenere in frigo per un’ora.
2.
Nel frattempo preparare il ripieno. In un tegamino versare zucchero e acqua, aggiungere il rosmarino, far fondere lo zucchero a fuoco bassissimo. Appena lo zucchero sarà sciolto, unire le mele tagliate a cubettini. Far cuocere per circa 10 minuti, se sul fondo del tegamino c’è acqua, alzare la fiamma e far evaporare. Allontanare dal fuoco e far raffreddare.
3.
Preriscaldare il forno a 180 gradi. Riprendere la pasta dal frigo, stendere sottilmente e tagliare dei fiori della misura adeguata allo stampo che si userà. Foderare le impronte di uno stampo a semisfera, con i fiori di frolla, riempire con le mele. Infornare per circa 20 minuti.
4.
Sfornare e far raffreddare, togliere dallo stampo e far freddare completamente su una griglia. In un pentolino versare dello zucchero, far fondere senza mescolare, quando avrà un bel colore ambrato, aggiungere un pizzico di sale. Con una forchetta far cadere delle gocce di caramello sulle crostatine, decorare con fiori di rosmarino.

Scrivi il tuo commento

Suggeriti dalla redazione

Vivi Brianza

Sei ristoranti del territorio brianzolo uniti per raggiungere l'eccelenza nel cibo, nel servizio e negli ambienti

Ristorante Due Spade

Ambiente stellato a conduzione familiare, con piatti forti quali Baccalà mantecato con patate e olio nuovo, Filetto di maiale, pancetta croccante, funghi porcini e tortino di castagne, Gnocchetti al nero con seppia, colatura di alici e broccoletti Crostatina calda di fichi, cioccolato e sorbetto di mandorle.