Chi siamo

Senza pretese, ma con molte aspettative. Questo sito nasce così, dalla passione che ti fa credere di fare una cosa importante, ma senza l'ambizione di suscitare il polverone che cambierà il mondo. Mangiare è una cosa bella; bere altrettanto. Se mangi e bevi bene è ancora meglio. Però, l'idea di fondo di “diterraedimare” è un'altra....

Scrivi alla redazione

Abbiamo bisogno delle vostre idee. Per richieste, suggerimenti, proposte, contattateci.

Ultimi commenti

Carlo Varchetta

Complimenti per l'editoriale da L'alimentazione oggi

Carlo Varchetta

Ottimo cocktail e ottimo articolo! da Un Mojito come si deve

I più visti

"Quannu zappi e quannu puti non c'è nè cumpari nè niputi . Quannu è tempu i Vinnignari tutti niputi e tutti cumpari! "

Quando è tempo di zappare e di potare non c'è né nipote né compare. Quando è tempo di vendemmia...tutti nipoti e tutti compari.

"Pa Cannilora di l'invernu semu fora, ma si non nivica e non 'ntrona quaranta jorna di 'nvernu ancora"

Per la Candelora dall'inverno siamo fuori ma se non nevica e non tuona ci sono quaranta giorni di inverno ancora

La festa dell’alloro a Naso: un antico rito che non deve scomparire

Anche quest’anno, come ogni anno, si è rinnovato il rito della festa dell’alloro seppur in graduale diminuzione d’affluenza. Per le sue particolari caratteristiche (ritroviamo questa festività in alcune parti orientali della Sicilia e in particolare sui Nebrodi) è un patrimonio, un’identità che non va perduta.
Pubblicato il 06/04/2016

"La Bolgia delle Eretiche" in prima nazionale a Messina

Naxoslegge, il noto marchio dell’Associazione culturale “Le officine di Hermes” dei Giardini Naxos, presenterà oggi 4 febbraio, alle ore 17.30, in prima nazionale, alla Feltrinelli di Messina, l’ultimo grande lavoro di Marinella Fiume: “La Bolgia delle Eretiche”.

Leggenda della Madonna del Tindari e la nascita dei Laghetti di Marinello

Una striscia di sabbia, in mezzo al mare che racchiude miracoli e leggende.
Pubblicato il 08/09/2015

Menta, sapore d'estate che svanisce

Per ricordare il gusto dell'estate, conosciamo la menta. Una pianta, un profumo, un sapore. Una sensazione ma anche un prodotto benefico dono della natura

La Menta
La menta (genere Mentha) è una pianta aromatica della famiglia delle Labiate (Lamiaceae). Ne esistono di diverse specie: la menta piperita, la mentuccia, la menta romana, la menta acquatica, menta longifolia, ecc…
La menta piperita è un ibrido orticolo ottenuto dall'incrocio tra Mentha aquatica  e Mentha spicata ed è una tra le più utilizzate e conosciute.
La menta piperita è una pianta erbacea perenne della famiglia delle labiate, originaria del bacino mediterraneo è diffusa in tutta Europa (specialmente in Italia e Inghilterra), in Asia e Africa, è molto resistente e di facile propagazione. La menta può raggiungere l'altezza di un metro circa, ha fusti eretti o ascendenti e possiede piccoli fiori di colore bianchi o roseo-violacei che sono riuniti in una densa spiga conica all'apice degli steli; ha foglie ovali di colore verde scuro, dai margini seghettati che, se strofinate, emanano un forte aroma, per questo viene definita pianta aromatica. Il frutto è una capsula che contiene da 1 a 4 semi.
La menta di solito cresce in pianura ma la si può trovare anche fino a 700 m d'altezza, a patto che sia al riparo dal vento e con media esposizione solare.
Della menta si utilizzano le foglie, che vengono raccolte a giugno, e le sommità fiorite, in luglio e agosto, poiché la fioritura avviene in piena estate e prosegue fino all'autunno.

Ecco alcune varietà di menta tra le più comuni:
- Mentha acquatica: cresce in Italia allo stato spontaneo in zone umide, i fiori sono globosi e sbocciano da giugno a settembre;
- Mentha arvensis: cresce spontanea in Toscana e Abruzzo e ha foglie abbastanza lunghe;
- Mentha longifolia: ha foglie ovali, un'altezza tra i 40 e gli 80 cm., i fiori sono a spiga di color bianco o rosa, cresce spontanea in tutta Italia;
- Mentha X piperita: è originaria dell'Inghilterra, è un ibrido tra la mentha acquatica e la mentha viridis ed è tra le più conosciute della sua specie. Molto diffusa in Italia settentrionale, da essa si estrae un olio molto usato nelle industrie dolciarie ed in farmacia;
- Mentha pulegium: detta anche "mentuccia" non più alta di 40 cm è diffusa in tutta Italia;
- Mentha rotundifolia: detta anche "mentastro", cresce in cespugli e ha foglie piccole e rotondeggianti con peluria biancastra, cresce spontanea in Europa;
- Mentha spicata: detta anche "menta romana", cresce quasi esclusivamente in luoghi umidi. Ha steli rossastri, foglie lunghe e fiori rosati ed è tra le più coltivate in Inghilterra, ma viene anche coltivata in America Settentrionale ed in Italia.

L'uso della menta in cucina, è molto diffuso in Italia, Spagna, India, Medio Oriente ed in Nord Africa.
Per il suo sapore molto intenso, in cucina deve essere impiegata con molta moderazione, e si abbina molto bene a tutte le carni con sapore molto deciso come agnello, montone, anatra.
Il suo aroma fresco fa si che si accosti bene alle verdure estive zucchini,pomodori ecc ed è un'ottima aggiunta alle preparazioni a base di frutta come macedonie e dolci vari.
Essiccata, viene usata anche per tisane e per aromatizzare the e altre bevande, ed è anche usata nella preparazione di caramelle, gomme da masticare,dentifrici, sciroppi e molti liquori.
L’olio essenziale di menta piperita contiene il mentolo, sostanza che calma i tessuti muscolari lisci dell’apparato digerente e rilassa il tratto intestinale, ha una azione spasmolitica, antisettica e mitiga il dolore provocato da eccesso di gas. Nei dolori gastrointestinali molto forti sviluppa la stessa azione calmante di 1-2cg di morfina.
La menta è un ottimo rimedio nei disturbi gastrointestinali, grazie alle sue proprietà digestive, ed è utile per chi soffre di colon irritabile. Inoltre ha una attività decongestionante e balsamica e fluidifica le secrezioni dell’apparato respiratorio.
Le proprietà sedative ed antiematiche di questa essenza, la rendono un ottimo rimedio per il mal d'auto, il mal di mare e il mal d'aria, e può arrestare il vomito in breve tempo.
Ha inoltre proprietà antipruriginose, che la rendono un ottimo rimedio contro le punture di zanzare ed altri insetti.
L'essenza è molto utile per rinfrescare e deodorare l'alito, e, grazie alle sue proprietà antisettiche, antinfiammatorie si è rivelata un ottimo rimedio per le stomatiti e le afte; è altresì valido rimedio contro eczemi, tigna, scabbia, ulcere, herpes zoster e dermatosi.
L'olio essenziale di menta piperita è indicato in molti problemi di tipo neurovegetativo come ansie, insonnia, vertigini, depressione, tachicardie ed emicranie.
Le foglie di menta hanno un effetto astringente, purificante e combattono l’irritazione; per questo motivo sono impiegate nella preparazione di maschere di bellezza.
La menta è controindicata in presenza di esofagite, nelle epatiti, in presenza di favismo.
L’olio essenziale di menta è sconsigliato in dosi massicce in concomitanza con cure omeopatiche, perché potrebbe interagire ostacolando l’azione dei farmaci omeopatici, ed è sconsigliato l’uso della sua essenza pura per via esterna in quanto potrebbe essere irritante.
La menta è sconsigliata nelle persone affette da gastralgie e ulcere, poiché provoca un aumento delle secrezione gastrica, ed è sconsigliata in persone affette da calcoli biliari. Inoltre, per periodi lunghi e in dosi massicce può essere nefrotossica e provocare insonnia. E’ sconsigliato l’uso di olio essenziale di menta da parte di bambini, di donne che allattano o in gravidanza.
Bisogna fare molta attenzione all’uso dell’olio essenziale di menta, che ad alte dosi può avere proprietà simili agli stupefacenti provocando agitazione, tremiti, convulsioni e quindi una forte depressione. Attenzione anche al mentolo puro: è tossico, ed anche un solo cucchiaino da thé può essere letale, mentre l’olio essenziale può causare aritmie cardiache, e non va somministrato senza prescrizione medica, in quanto provoca reazioni allergiche.

Scrivi il tuo commento

Suggeriti dalla redazione

Vivi Brianza

Sei ristoranti del territorio brianzolo uniti per raggiungere l'eccelenza nel cibo, nel servizio e negli ambienti

Ristorante Due Spade

Ambiente stellato a conduzione familiare, con piatti forti quali Baccalà mantecato con patate e olio nuovo, Filetto di maiale, pancetta croccante, funghi porcini e tortino di castagne, Gnocchetti al nero con seppia, colatura di alici e broccoletti Crostatina calda di fichi, cioccolato e sorbetto di mandorle.